Rischi per la salute delle piscine pubbliche

Panoramica

Il Codice di Acqua Sanitaria Modello, prodotto dai Centri per il Controllo delle Malattie o dal CDC, la National Swimming Pool Foundation e una serie di produttori di piscine e rappresentanti della sanità pubblica hanno stabilito standard per la manutenzione delle piscine per evitare rischi per la salute pubblica. Le raccomandazioni, una volta approvate dalle agenzie interessate e implementate, miglioreranno la sicurezza dell’acqua per i quasi 339 milioni di americani che visitano le piscine pubbliche ogni anno.

Malattia di Legionari

La malattia dei legionari, nota anche come Legionellosi, è causata da un batterio. L’acqua e il vapore forniscono il mezzo per la sua facile trasmissione. La malattia ha preso il nome dell’organizzazione impattata da un focolaio alla sua convenzione del 1976 a Philadelphia. La malattia di Legionari, una malattia polmonare batterica con sintomi simili alla polmonite, è legata alle piscine e all’umidità creata in piscine pubbliche chiuse, secondo il CDC. La trasmissione avviene attraverso la respirazione nei vapori infetti dai batteri, non dal contatto umano. Il trattamento della malattia comprende farmaci antibiotici, anche se molte persone infette recuperano senza alcun trattamento. L’ambiente della piscina deve essere pulito accuratamente e regolarmente per rimuovere i batteri e il rischio di infezione.

La Parasite di Cryptosporidiosis

Il CDC riferisce che la criposporidiosi, causata da un’infezione da parte del parassita “Cryptosporidium”, è stata a livelli record nel 2010 a causa dell’elevata resistenza alla disinfezione del cloro e della facile trasmissione del parassita. L’agenzia raccomanda le procedure preventive per le piscine pubbliche di nuoto e piscine per evitare grandi epidemie. L’istruzione della sanità pubblica dei gestori della piscina, dei genitori, dei professionisti dell’infanzia e dei servizi sanitari comunitari è cruciale per evitare i rischi per la salute. Il programma di prevenzione prevede l’istruzione di tutti i partner in trasmissione, sistemi di disinfezione alternativi, come l’uso dell’ozono e della luce ultravioletta, e tecniche di lavaggio a mano e piedi.

Il virus dell’influenza

Le piscine pubbliche correttamente mantenute rappresentano un piccolo rischio per l’infezione da influenza, ma piscine non correttamente mantenute che non soddisfano i livelli di cloro libero raccomandati dal CDC da uno a tre parti per milione offrono un ambiente umido per il virus dell’influenza. Mentre le recenti preoccupazioni per la salute comprendono il virus di influenza suina o H1N1, tutti i virus dell’influenza si diffondono allo stesso modo. L’infezione si verifica per contatto personale o per contatto con una poltrona da piscina o una superficie dura anche toccata da una persona infetta dal virus dell’influenza, secondo il CDC. Evitare di toccare la bocca, gli occhi o il naso per minimizzare il rischio di influenza durante la piscina pubblica.

Piede dell’atleta

Il piede dell’atleta è un’infezione da fungo, tinea pedis, che crea una crescita fungina e una crescita cellulare ulteriore sulla base o sulla parte superiore della pelle. Pezzi di pelle scartata infettati da funghi cadono dai piedi dei nuotatori, creando la possibilità di infettare altri visitatori della piscina. La Società di Chiropodisti e Podologi riferisce che il piede dell’atleta è “… altamente contagioso e può diffondersi ovunque sulla tua pelle”. Portare i sandali mentre camminate intorno al ponte della piscina scoraggia l’infezione. Essiccando la pelle accuratamente dopo il nuoto scoraggia anche la crescita del piede dell’atleta.