Erbe che bloccano dht

Seme di zucca

Dihidrotestosterone, o DHT, è un sottoprodotto di testosterone fabbricato nelle ghiandole surrenali, nei follicoli piliferi, nei testicoli e nella ghiandola prostatica. Come il testosterone, DHT è un ormone androgeno, il che significa che svolge un ruolo nello sviluppo delle caratteristiche maschili e femminili. Livelli elevati di DHT contribuiscono ad allargare la prostata e la perdita di capelli, tra le altre condizioni. Alcune erbe bloccano naturalmente la sintesi di DHT. Tuttavia, controllare con il medico per ottenere tutti i fatti su queste erbe e sui loro effetti potenziali.

Saw Palmetto

Mangiare semi di zucca cruda è un rimedio antiquato per la prevenzione dell’iperplasia prostatica benigna. In Europa, la Commissione Tedesca E, un’agenzia di regolamentazione simile alla Federal Drug Administration, ha approvato l’uso di sementi di zucca e olio di semi di zucca per il trattamento dei disturbi della prostata. Secondo il “Reference Desk for Physicians” per i medicinali a base di erbe, “gli effetti del blocco DHT del seme di zucca derivano dalla presenza di aminoacidi inusuali come cucurbitina, così come diversi steroidi vegetali, in particolare delta-7-steroli.

Tè verde

Saw palmetto è una delle erbe che bloccano DHT ed è stata studiata in modo estensivo. Di particolare interesse per i ricercatori è la presenza di uno specifico sterolo vegetale presente in questa erba chiamata beta-sitosterolo. Gli effetti antiandrogenici di questa sostanza sono direttamente correlati all’inibizione di un enzima chiamato 5-alfa-reduttasi di tipo II, che è richiesto dal corpo per convertire il testosterone in DHT nella prostata. Il 10 luglio 2010, numero di Advances in Therapy presentava un articolo che riportò che basse concentrazioni di un estratto di etanolo di palmetto a doppio SPET-085 erano efficaci nell’inibizione di 5-alfa-reduttasi di tipo II come finasteride, il farmaco di prescrizione standard usato per contrastare Conversione DHT.

Dodder gigante

La ricerca indica che epigallocatechin-3-Gallate, o EGCG, uno dei componenti attivi del tè verde, blocca anche la formazione di DHT. Un team di scienziati della Harvard Medical School ha riportato nel numero di febbraio 2003 del Journal of Nutrition che il tè verde ha ridotto significativamente la concentrazione di DHT e di testosterone nel sangue. In un altro studio pubblicato su The Prostate nel 2009, i ricercatori britannici hanno scoperto che EGCG ha ridotto la proliferazione cellulare nelle cellule tumorali della prostata, inibendo DHT e promuovendo l’apoptosi o la morte cellulare.

Secondo uno studio pubblicato nel 7 settembre 2008 del Journal of Cosmetic Dermatology, questo botanico blocca anche DHT inibendo la 5-alfa-reduttasi di tipo II, almeno nelle cellule cutanee colte. Gli autori dello studio hanno riferito che la conversione del DHT è stata impedita quando l’estratto di dodder gigante è stato aggiunto a piatti di coltura contenenti cellule cutanee prelevate da topi con alopecia indotta da testosterone.