Emfisema sintomi di dolore

Dolore al petto

L’emfisema è una forma di malattia polmonare ostruttiva cronica, o BPCO, che si verifica quando c’è danni ai sacchi d’aria alveoili nei polmoni, dice MedlinePlus. I sacchi d’aria sono di solito deformati e non gonfiare come quelli in polmoni sani. Ciò provoca una grave esaurimento nell’assunzione di ossigeno e causa sempre più difficoltà respiratorie accompagnate da una tosse cronica. La causa più comune di questa malattia respiratoria cronica è il fumo di sigarette in cui la tossicità cancerogena provoca la perdita dei sacchi. I trattamenti generali includono gli inalatori, l’ossigeno e persino la chirurgia. Ci sono sintomi specifici che possono indicare la presenza di enfisema sia prima che durante la malattia.

Total Body Pain

L’indicazione più comune di emfisema è un dolore toracico persistente, che può apparire negli stadi avanzati dell’emfisema, secondo Drugs.com. Spesso accompagna una diminuzione complessiva della normale funzione polmonare in cui si verifica la tosse del fumatore cronico, la mancanza di respiro durante l’attività normale e il respiro affannoso. Il dolore toracico può indicare una condizione cardiaca associata in risposta anche all’emfisema. Ciò si verifica a causa del cuore aumentato l’attività di fornire l’ossigeno a organi vitali. Deve ottenere quantità funzionali di ossigeno per mantenere il corpo ossigenato nonostante le quantità abbassate dell’assunzione di ossigeno. Questo è spesso evidente quando il dolore toracico accompagna problemi di pressione sanguigna e gonfiore delle caviglie, delle gambe o dell’addome.

Dolore correlato al trattamento

L’emfisema causa dispnea cronica in cui il processo di respirazione è estremamente scomodo e spiacevole. Il dolore nel petto si verifica di solito prima prima che emerga un dolore totale del corpo. Il medico di famiglia americano afferma che oltre due terzi dei pazienti con emfisema e BPCO soffrono di questa condizione con quasi il 25 per cento provando profondo dolore totale del corpo. La cura di persone che presentano questo tipo di dolore è estremamente difficile a causa delle limitazioni funzionali dei pazienti e delle ansie di combattimento per l’aria. Il dolore eclissante è spesso secondario alle frequenti esacerbazioni respiratorie, che richiedono un intervento medico immediato.

In alcuni casi, il trattamento per l’emfisema può causare dolore secondario nelle aree del corpo. La teofillina e altre metilxantine, ad esempio, possono causare gravi dolori addominali che possono accompagnare una varietà di altri effetti collaterali quali battiti cardiaci irregolari, palpitazioni, bruciori di stomaco, reflusso e tremori, secondo la New York Times Health Guide. Poiché questi farmaci sono broncodilatatori di inalazione, l’effetto effettivo dipende dai livelli del farmaco nel sangue, che non sempre può essere in proporzioni elevate a causa della sua applicazione regionale. Tuttavia, molti medici utilizzeranno questi farmaci in ultima istanza poiché i modesti benefici non sempre superano i rischi.