Effetti della serotonina sul disturbo bipolare

Panoramica

Il disturbo bipolare è una malattia mentale caratterizzata da alterazioni estreme dell’umore e del comportamento. Molte persone con disturbo bipolare ciclo attraverso altezze estreme, chiamate mania e bassi, chiamati depressione e talvolta sintomi maniacali e depressivi si verificano simultaneamente. Ogni individuo risponde in modo diverso ai farmaci, quindi il trattamento può essere frustrante e complicato: poiché una carenza di serotonina può contribuire al disturbo bipolare, farmaci antidepressivi quali inibitori selettivi di ricupero della serotonina, che aumentano l’attività della serotonina nel cervello, sono prescritti in combinazione con il litio , Un farmaco che stabilizza l’umore spesso efficace nel trattamento della mania.

Chimica del cervello

Il sito web del Brain Explorer dell’Istituto Lundbeck spiega che studi sui recettori della serotonina mostrano “prove sostanziali per il ruolo della serotonina nei pazienti con disturbo bipolare”. La ricerca sulla serotonina e sul suo metabolismo indica una ridotta concentrazione di metaboliti della serotonina nei pazienti affetti da disturbo bipolare. La serotonina neurotrasmettrice è implicata nel causare disturbi dell’umore, ma le teorie che suggeriscono un eccesso di neurotrasmettitori si verificano durante un episodio maniacale e si verificano meno durante la depressione Troppo semplicistico. Il Brain Explorer discute la ricerca su “La natura del disturbo bipolare”, condotta dai dottori. Husseini K. Manji e Robert H. Lenox, psichiatri della School of Medicine di Wayne State University, che suggeriscono “è l’efficacia del funzionamento delle cellule sotto la modifica e il controllo dei neurotrasmettitori che sono alla base della patetiopatologia dei disturbi dell’umore.

Depressione

La serotonina svolge un ruolo importante nel regolamentare l’umore, e i farmaci che colpiscono la serotonina nel cervello vengono usati per trattare persone affette da malattie depressive e fasi depressive del disturbo bipolare. Tuttavia, i dottori. Pedro L. Delgado e Francisco A. Moreno, del Dipartimento di Psichiatria, Università dell’Arizona Centro Medico, affermano che mentre la serotonina è coinvolta nella depressione, “la specifica malattia che sta alla base della depressione è poco chiara e può variare tra i pazienti”; Nella sua colonna Bipolar Beat, psichiatra e autore Candida Fink, MD, scrive circa fluoxetina come un farmaco di disturbo bipolare e avverte “anche se la mania afferra tutti i titoli, i episodi depressivi ricorrenti e severi sperimentati da persone con disturbo bipolare sono tipicamente i più devastanti E pericoloso dei cicli “. Gli antidepressivi SSRI sono spesso i primi farmaci somministrati ai pazienti bipolari, ma senza uno stabilizzatore dell’umore che accompagna, la mania potrebbe essere indotta, peggiorando la malattia.

Mania

I farmaci che regolano la serotonina potrebbero non essere un trattamento appropriato per il disturbo bipolare, in quanto possono causare episodi maniacali e rapidi cicli tra depressione e mania. Quando gli SSRI vengono utilizzati per il disturbo bipolare, dovrebbero essere prescritti in combinazione con uno stabilizzatore dell’umore per impedire il passaggio alla mania: le persone nella fase maniacale del disturbo bipolare presentano anomalie anormalmente elevate che durano una o più settimane, con sintomi quali l’auto gonfiato – mancanza di bisogno di sonno, di talvolta e di attività eccessiva, di pensieri da corsa, di distraibilità, di agitazione psicomotoria e di coinvolgimento in comportamenti piacevoli ma rischiosi, secondo il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quarta edizione.

Sindrome della Serotonina

La combinazione di alcuni farmaci aumenta i livelli di serotonina e può causare la sindrome della serotonina, una condizione rara ma grave. La sindrome di serotonina è causata dall’uso di farmaci “serotoninergici”, come ad esempio gli SSRI, insieme ad altre sostanze che elevano i livelli di serotonina del cervello, tra cui le anfetamine, il triptofano L, l’ecstasy e l’LSD e farmaci per l’emicrania contenenti triptani.