Cibi da mangiare se si ha la sensibilita ‘del latte e la crescita del lievito

Pesce e frutti di mare

La sensibilità ai prodotti lattiero-caseari, noto anche come intolleranza al lattosio, significa che hai difficoltà a digerire prodotti derivati ​​dal latte vaccino. La condizione è comune, secondo il National Clearinghouse delle malattie digestive, e molto probabilmente si verifica in età adulta. I sostenitori della dieta candida, o diete mirate a ridurre la crescita del lievito, ritengono che i prodotti lattiero-caseari innescano la produzione di lieviti. Oltre a limitare o evitare i prodotti lattiero-caseari, alcuni alimenti possono aiutare a ridurre la crescita del lievito e prevenire le infezioni.

Probiotici

Pesce e frutti di mare offrono ricche quantità di proteine ​​e sostanze nutritive, come le vitamine B, il ferro, la vitamina D e il calcio. La crescita e le infezioni di Candida sono legate all’assunzione di bassi livelli di calcio, secondo l’Università di Maryland Medical Center. Dal momento che i prodotti lattiero-caseari sono importanti contributori di calcio nelle diete americane, la ricerca di alternative alternative di calcio, quali pesce e frutti di mare, può contribuire a ridurre il rischio di crescita del lievito e migliorare la vostra salute generale. Tre once di sardine forniscono approssimativamente 1/3 del consumo quotidiano consigliato di calcio – più calcio di otto once di latte fornisce. Altri pesci ricchi di calcio e varietà di frutti di mare comprendono salmone, granchio, aragoste, acciughe, gamberi, bassi, pesce gatto, pesce duro, tonno e halibut. Per massimizzare l’assunzione di calcio, optate per tonno in scatola o salmone, che contengono particelle di ossa contenenti calcio. I pesci grassi, come il salmone, il tonno albacore, l’aringa e l’ippoglosso, forniscono anche acidi grassi omega-3 – grassi sani che possono contribuire ad alleviare l’infiammazione associata a infezioni da lieviti.

Frutta e verdura

I probiotici sono batteri sani che aumentano la salute digestiva e contribuiscono a prevenire le infezioni batteriche. Secondo l’Università di Maryland Medical Center, i probiotici possono aiutare a prevenire le infezioni da lieviti se li consumano mentre prendete antibiotici – un trigger comune di crescita e di infezioni del lievito. Probiotici possono anche facilitare la digestione dei prodotti lattiero-caseari. Per questo motivo, i prodotti lattiero-caseari che contengono probiotici, come lo yogurt con colture attive attive, possono fornire benefici di riduzione dei lieviti senza esacerbare i sintomi della vostra sensibilità ai latticini. Fonti aggiuntive di probiotici includono kefir, latte fermentato, kraut acido, kimchi (fermentati di cavolo), prodotti di soia fermentati, alcuni formaggi stagionati e cibi e bevande fortificate.

Frutta e verdura forniscono quantità preziose di vitamine, minerali e antiossidanti – sostanze nutritive che aiutano il corpo a difendersi dalle infezioni e dalle malattie. Anche i frutti e le verdure sono naturalmente privi di prodotti lattiero-caseari, a basso contenuto di grassi e in fibra alta. L’Università di Maryland Medical Center raccomanda varietà ricche di vitamina C, come peperoni, agrumi e pomodori, in particolare se si lotta con le infezioni da lievito ricorrente. Altri frutti e verdure ricchi di antiossidanti includono cantalupo, bacche, ciliegie, mele, prugne rosse, kiwi, spinaci, cavoli, broccoli, carote, squash e patate dolci. Verdure di rapa, cavolo, cavolo cinese e broccoli forniscono anche quantità modiche di calcio.