Alimenti o vitamine che aiutano a mantenere la memoria

Panoramica

Come i muscoli del corpo, il cervello umano richiede un’adeguata nutrizione ed esercizio fisico per funzionare in modo efficiente e coerente. Se vuoi mantenere la tua memoria, mantenendo attivo il tuo cervello attraverso l’istruzione continua, i puzzle di cruciverba o altri esercizi intellettuali impegnativi possono aiutare. Così può moderare l’esercizio fisico. “Fare semplicemente una passeggiata per due blocchi ogni giorno è molto vantaggiosa”, dice George Kuchel, M.D., dell’Università di Connecticut School of Medicine. Tuttavia, per ottenere il massimo beneficio da allenamenti mentali e fisici, è necessario alimentare il cervello con una dieta sana, compresi gli alimenti e le vitamine che contribuiscono a mantenere la memoria.

Prodotti animali

Gli alimenti derivati ​​dagli animali – carne, latticini, pesci e pollame – sono gli unici alimenti in cui la vitamina B12 si verifica naturalmente. Se non ottenete abbastanza di questa vitamina, potresti subire perdite di memoria e altri problemi neurologici, secondo il sito web della Harvard School of Mental Health. Se siete vegetariani o vegani, cercate cibi fortificati con vitamina B12 o prendete supplementi di B12. Il pesce, in particolare il salmone, l’ippoglosso e il tonno, è una ricca fonte di acidi grassi omega-3. Il sito web dell’Università del Maryland Medical Center afferma che gli acidi grassi omega-3 sembrano aiutare con funzioni cognitive, compresa la memoria.

Frutta e verdura

La frutta Kiwi è ricca di acidi grassi omega-3, il professore di neurochirurgia dell’Università della California, Fernando Gomez-Pinilla, identifica come uno dei molti alimenti che aiutano la gente a mantenere la memoria. Gomez-Pinilla, dopo aver analizzato più di 160 studi su come l’alimento colpisce il cervello, ha detto che l’acido folico in spinaci e succo d’arancia migliora la funzione cognitiva.

Noci e bacche

Le noci sono una fonte ricca di omega-3, secondo Gomez-Pinilla. Mirtilli, fragole e bacche di acai, ricche di antiossidanti, possono anche aiutare a mantenere la memoria in funzione. Nel 2010, Shibu Poulose, del Dipartimento di Ricerca Ucraina dell’agricoltura, ha presentato uno studio alla American Chemical Society che dimostra che le bacche “aiutano a pulire i detriti biochimici che interferiscano con la funzione del cervello”, secondo una relazione della Montreal Gazette. Questo detriti si accumula con l’età, in quanto le cellule microglia che normalmente esercitano questa funzione “housecleaning” iniziano a diminuire.

Integratori di vitamina

La ricerca di Gomez-Pinilla indica che gli integratori di acido folico, presi da soli o con altre vitamine B, possono ridurre il rischio di demenza e “diminuzione dell’età nella funzione cognitiva”, secondo un comunicato stampa dell’Università della California. Le vitamine E, C e beta carotene possono anche prevenire la perdita di memoria associata all’invecchiamento, anche se una relazione speciale della Harvard Medical School rileva che la ricerca in questo settore ha dato risultati misti. Inoltre, chiunque prenda farmaci anticoagulanti o soffre di qualsiasi disturbo emorragico – inclusa una carenza di vitamina K che colpisce la coagulazione del sangue – deve consultare un medico prima di assumere le vitamine C ed E.